Iam enim securis ad radicem arborum posita est.
(Mt 3, 10)

sabato 8 maggio 2021

 

Appello agli Italiani

che non hanno ancora perso la testa

 

 

Sanguis eius super nos, et super filios nostros (Mt 27, 25).

Cari compatrioti, mi rivolgo a quelli che, fra voi, non hanno ancora ceduto al lavaggio del cervello acconsentendo alla narrazione paranoica del regime. L’amore di Dio fa ardere il mio cuore di una profonda sollecitudine nei vostri riguardi. La prova che il nostro Paese sta attraversando, infatti, è causa di gravi sofferenze. Più che l’emergenza sanitaria in se stessa, a provocarle sono le misure intese a contenerla. Per la prima volta nella storia umana, la popolazione mondiale – eccetto in quegli Stati che non hanno rinunciato alla propria sovranità – è stata privata in modo prolungato, in nome di un’idea delirante, dell’esercizio di diritti fondamentali. Da noi, oltre a quelli di lavorare, di istruirsi e di spostarsi, è negato anche quello di ricevere cure adeguate e tempestive. Le istituzioni pubbliche, anziché servire il bene comune, si sono trasformate in strumento di ingiusta oppressione, operando come se ogni cittadino fosse un potenziale delinquente. La somministrazione obbligatoria di un farmaco sperimentale, come se non bastasse, sta mettendo in serio pericolo la salute e la vita stessa di intere categorie di lavoratori, costrette a subire un abuso senza precedenti.

Tutto questo, essendo stato permesso dalla Provvidenza per il nostro bene, è un urgente richiamo alle responsabilità collettive del nostro popolo, che in buona parte ha rinnegato la vera fede e, di conseguenza, s’è lasciato andare a peccati gravissimi contro la stabilità della famiglia, l’intangibilità della vita umana e il naturale esercizio della sessualità. Dopo aver accumulato per decenni colpe di immane gravità, non potevamo di certo aspettarci le benedizioni del Cielo; tuttavia la misericordia di Dio si sta servendo, per uno scopo positivo, proprio di coloro che Lo combattono, ma che, loro malgrado, cooperano alla realizzazione dei Suoi disegni. Che cos’altro Gli rimaneva per richiamarci dalla via della perdizione eterna, sulla quale stavamo correndo all’impazzata? Sarebbe davvero da stolti lasciar cadere anche questo estremo appello alla resipiscenza, sognando il ritorno a una “normalità” fatta di depravazione e di indifferenza alla legge morale che ognuno di noi porta scritta nella coscienza, alla quale non si può sfuggire, nemmeno sforzandosi in ogni modo di soffocarne la voce: il momento del rendiconto finale arriva per tutti.

Ci siamo inaspettatamente ritrovati in una guerra biologica scatenata da entità sovranazionali che, oltre a voler ridurre drasticamente la popolazione mondiale, intendono annientare la nostra Patria, la quale, nei piani divini, svolge un ruolo di primaria importanza. Il mondo politico e mediatico ci sta ossessionando, da oltre un anno, con una narrazione pandemica che non regge affatto all’analisi dei fatti. Il famigerato virus denominato Sars-CoV-2, non ancora isolato, ma dichiarato clinicamente estinto nel giugno dell’anno scorso, si sarebbe replicato in nuove varianti la cui origine non è per niente accertata. Ci sono sicuramente in circolazione agenti patogeni che provocano infiammazioni e tromboembolie polmonari, più o meno gravi a seconda dei soggetti; voci autorevoli hanno buone ragioni per credere che si tratti di virus o batteri potenziati in laboratorio. Dei governi formati in modo artificiale, con giochi di palazzo, hanno finora impedito o scoraggiato cure domiciliari che si sono dimostrate molto efficaci, costringendo di fatto molti ammalati a rimanere per diversi giorni privi di assistenza, finché non si rende inevitabile il ricovero in un reparto di terapia intensiva.

Sebbene le intenzioni siano note soltanto a Dio, è arduo non sospettare il dolo e la malafede in disposizioni così irrazionali dagli effetti disastrosi. Se i governanti riconoscessero ufficialmente che sono disponibili svariate terapie risolutive, basate su farmaci a basso costo e facilmente reperibili, non avrebbero più alcuna giustificazione per approvare, in deroga alla legge, preparati sperimentali che, non avendo superato le necessarie verifiche, fanno ammalare e morire la gente, ma assicurano profitti astronomici alle case produttrici. Dopo aver creato il panico con statistiche fasulle, costruite su cifre ricavate da esami inattendibili in quanto condotti con un inadeguato strumento diagnostico, hanno presentato la “vaccinazione” come l’unica via di salvezza. Hanno cominciato col sottoporvi gli anziani, i più costosi per il sistema sanitario, approfittando dello stato di abbandono in cui versano molti di loro nelle residenze assistite ed eliminandone tanti a causa degli effetti spesso letali dell’inoculazione. Quindi l’hanno imposta alle forze dell’ordine e al personale ospedaliero, con un’impennata di assenze per malattia e parecchi decessi sospetti. Dopo aver piegato la maggioranza degli insegnanti con pesanti pressioni, ora parlano di estenderla ai bambini.

Oltre che di questo inaudito attentato alla salute pubblica, i nostri governanti sono responsabili della perdita di milioni di posti di lavoro e della chiusura di migliaia di aziende, con la riduzione in povertà di innumerevoli famiglie; del crollo psichico della gioventù, con frequenti casi di depressione, fino al suicidio o al tentativo di suicidio; del dilagare di disturbi cognitivi e comportamentali in bambini e adolescenti danneggiati, mentalmente, dalla didattica a distanza e, fisicamente, dal portare le mascherine; dello sfaldamento sociale e familiare causato da inutili misure di distanziamento; dell’imbarbarimento morale di gente che, sottoposta arbitrariamente a severa sorveglianza in cose futili, in quelle importanti si sfoga in condotte irresponsabili, come la guida scorretta, il consumo di pornografia e l’abuso di stupefacenti. Non capite che questo sistema totalitario, in tal modo, attenua sempre più le vostre capacità di analisi e di reazione, riducendovi a schiavi incapaci di pensare in modo autonomo, controllati in ogni singolo aspetto della loro vita, spersonalizzati da una museruola che nasconde perfino la loro identità?

Tornate a Dio, cari Italiani; tornate a Gesù Cristo, nostro Salvatore. Così non solo eviterete la morte eterna, ben peggiore di quella fisica, con la paura della quale il potere vi tiene soggiogati; così non solo ritroverete le vostre radici e il vostro patrimonio culturale, per il quale siete unici al mondo; così non solo vi riconcilierete con voi stessi, con il vostro essere e con la vostra storia… ma sarete anche in grado di scuotervi il giogo di dosso, di reagire all’immane sopruso che state subendo, di ritrovare la libertà e il buon senso necessario per usarla bene, di riappropriarvi della missione che la Provvidenza ha affidato alla nostra Nazione nei confronti del resto dell’umanità, quella di essere un faro di civiltà e di autentico progresso, un baluardo contro le barbarie antiche e nuove, un modello di convivenza civile, di solidarietà sociale e di pratica religiosa tanto fervente quanto compenetrata di grandi valori. Riappropriamoci di ciò che ci appartiene, cari Italiani, e costituisce il meglio della nostra tradizione, della nostra storia, della nostra peculiare identità. Riprendiamoci la sana creatività e inventiva che ci ha sempre aiutato nei momenti più difficili!

Se non torniamo a Dio, ci potrà aiutarci? Credete ancora in una classe politica venduta nella sua totalità agli interessi stranieri? Riponete ancora speranze nelle risorse di una “democrazia” che è servita a ridurvi in schiavitù? Pensate ancora che proteste e manifestazioni, senza l’aiuto di Dio, servano a qualcosa, dopo che vi siete fatti strumentalizzare per decenni da chi vi mandava in piazza per portare avanti una farsa vergognosa? Non vi serve a niente lamentarvi con chi non vi ha mai ascoltato, ma ha solo finto di farlo. Prendete piuttosto la decisione di agire liberamente, ricominciando a lavorare e a spostarvi senza badare alle restrizioni. Per impugnare provvedimenti ingiusti, promuovete ricorsi comuni di categoria e sostenetevi a vicenda. Anziché firmare petizioni il cui unico risultato è quello di favorire la schedatura dei cittadini, diffondete intorno a voi, come un benefico contagio, la determinazione di operare normalmente, come se niente fosse. Spegnete il televisore e smettete di farvi manipolare dalla paura indotta. Per proteggere la vostra salute, rafforzate le difese immunitarie e ritrovate uno stile di vita sano, ma soprattutto… reimparate a pregare e rimettetevi in grazia di Dio.

«Il suo sangue sia su di noi e sui nostri figli!» (Mt 27, 25): il grido blasfemo con cui gli abitanti di Gerusalemme reclamarono la condanna di Gesù diventi per noi invocazione di salvezza. È in virtù di quel Sangue prezioso che siamo redenti ed è da Esso che possiamo essere protetti, se abbiamo una fede viva e siamo in pace con Dio. Perché continuare a calpestarlo, attirando così su tutta la Nazione un castigo ancora peggiore? I venti di guerra che soffiano da Oriente ci minacciano da vicino. Se vogliamo che alla nostra terra, costellata di santi e santuari, siano risparmiati gli orrori e le distruzioni sperimentati dai nostri padri, dobbiamo pur meritarlo. Se quel Sangue, per noi, sarà stato sparso invano, subiremo la sorte dell’antica Città santa; se invece ne avremo accolto i frutti con una sincera e durevole conversione, vedremo rifiorire il nostro Paese sul piano materiale e su quello spirituale, a beneficio nostro e degli altri popoli. Coraggio, non perdiamo questa occasione che la Provvidenza, senza nostro merito, ancora una volta ci offre; non permettiamo che questa prova risulti vana ma, capovolgendo le mire del nemico, volgiamola a nostro vantaggio.


DA DIFFONDERE:

https://www.marcotosatti.com/2021/05/10/sette-mov-cattolici-obiezione-contro-lobbligo-dei-vaccini-sperimentali/


35 commenti:

  1. Grazie Don, che il Signore Ti benedica. Mentre leggevo mi dicevo: grazie a Dio, in questo così malridotto (ex "bel") Paese, qualcuno riesce ancora a ragionare...che ecatombe di menti (oltre che di cuori)! Che il Signore voglia abbreviare i tempi che ci separano dal trionfo del Sacro Cuore Immacolata di Sua Madre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che augurio meraviglioso, nel mese di Maria! Possa il sacro manto della Sacra Vergine ricoprire questo paese martoriato e salvare le nostre anime

      Elimina
  2. Sono appena rientrata dalla recita del s. Rosario (del mese Mariano) da un piccolo santuario vicino casa mia. Ero ancora avvolta da quel momento di Grazia che ecco, a casa, atteso da una settimana il suo messaggio e mentre lo leggevo pareva Gesù che parlava al mio cuore donandomi quel coraggio quella forza e Gioia tipica dello Spirito d Amore!!!!!! Grazie padre Elia per la cura che ha per noi!! "il Signore è il mio Pastore, non manco di nulla"..... Preghiamo perché non vada in porto la proposta del vaccino obbligatorio per tutti. Aggiungo che le colleghe vaccinate (infermieri e OSS) alcune sono state trasportate d'urgenza al pronto socc per reazioni orribili. Giorni fa appena fatto il vaccino a una giovane collega dopo poche ore ha incominciato a fare sangue nella orina ed ora è a casa senza sapere cosa ha!!!! Non sto ad elencare altri casi, io sono scioccata e tutto metto nel Cuore di Gesù senza questo non riuscirei ad andare avanti!!! Scusi lo sfogo! Grazie ancora padre Elia Gesù Giuseppe e Maria l avvolgano nei loro Sacri Cuori!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che sta succedendo è davvero scioccante. Preghiamo insieme per queste persone e mettiamoci tutti sotto la protezione della Santa Famiglia.

      Elimina
    2. Padre misericordioso, manda San Michele Arcangelo per liberare il mondo da ogni male🙏🙏

      Nei due km di strada che percorro a piedi per raggiungere la mia chiesetta lo ripeto in continuazione... È il mio "assalto" al Cielo, e speriamo che lassù vogliano ascoltarci..

      Elimina
    3. Ho inviato ai gestori di video bravissimi e coraggiosi una mia riflessione che qui sintetizzo al massimo, ma non nel contenuto. Questa di fatto è riconosciuta come una guerra . Ad oggi ci sono apparse vedette in prima linea coraggiose e capaci, Una battaglia è fata di generali coordinati da una autorità militare. Questi hanno bisogno delle vedette, ma senza generali non si vince una guerra. Ai tempi di oggi i generali sono gli avvocati e i giudici, non eletti da una autorità militare ma dalla propria coscienza. E devono unirsi non essere forze frastagliate. Questo è ciò di cui abbiamo bisogno di sentire. Il fatto di entrare in azione in base alla propria coscienza è l'arma vincente sulla quale il nemico non fa affidamento e qui dobbiamo disilluderlo e vincere. Ci va proprio di mezzo la nostra popolazione,il suo amore per la vita e tutto quello che gli italiani hanno dato al mondo da tempo. Io posso fare solo il soldato e aspetto ordini precisi , chiari e vincenti. Avanti con ottimismo e vinciamo, salvaguardiamo la nostra etnia è il futuro dei nostri figli , come già hanno fatto i nostri nonni e genitori. Giorgio

      Elimina
  3. Grazie padre. Dio la benedica e guidi tutti noi. Amen

    RispondiElimina
  4. Grazie per le sue parole !
    Le vorrei chiedere se é possibile scriverle via email ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, a questo indirizzo:

      parrocchiavirtuale.slmgm@gmail.com

      Elimina
  5. Ci sono due colonne, attualmente, che sorreggono il piccolo resto di Santa Romana Chiesa, disperso nella diaspora, a rischio di omologazione e di estinzione, e queste due colonne sono Mons. Carlo Maria Viganò e lei, don Elia, di mons. Viganò consiglio di leggere l'ultimo articolo apparso in rete "https://gloria.tv/post/82n3xheEajLEDM9rES6gakEkp"

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Don Elia,

    secondo lei potrebbe essere utile organizzare degli incontri regionali o provinciali tra i lettori del blog con lo scopo di conoscerci e supportarci a vicenda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, ma sarebbe un'impresa non facile. Ci rifletterò.

      Elimina
  7. Ho fatto la novenena alla Vergine del Rosario di Pompei e intendo proseguirla per questa intenzione: che i nemici della Chiesa e dell'Italia vengano umiliati e i loro disegni criminali non si realizzino.Grazie P. Elia

    RispondiElimina
  8. Grazie di cuore per le sue parole, che condivido in pieno. Preghiamo, preghiamo, preghiamo.

    RispondiElimina
  9. Sarebbe interessante che questo bellissimo e intenso, lo chiamerei così, Proclama, fosse tradotto in tanti volantini da spargere in tutte le città italiane. Chissà che gli Italiani non risveglino la loro mente ma sopratutto i loro cuori! Chissà, le vie del Signore sono infinite! Grazie Don Elia.

    RispondiElimina
  10. radicatinellafede
    https://www.youtube.com/watch?v=fMZXccxmAig
    Omelia di don Alberto Secci: il tempo della preghiera, il tempo della Chiesa.
    Domenica 9 Maggio 2021.
    ****
    Il fuoco di queste "lampade "ardenti dell'Amore di Dio infiamma i nostri cuori .
    Ave Maria !

    RispondiElimina
  11. Da oggi, 12 maggio, in Francia il pass vaccinale è una realtà.
    La dittatura mondiale celebra un altro suo trionfo.
    Adesso si vede chiaramente chi ha vinto definitivamente.

    RispondiElimina
  12. Grazie di cuore Don. Preghiamo affinchè il Buon Dio ci aiuti e non ci abbandoni come meriteremmo. Signore pietà tutti noi🙏🙏🙏

    RispondiElimina
  13. Oggi cadono due importanti solennità della Chiesa Cattolica: l'Ascensione al Cielo di NSGC (alla faccia delle cd "festività soppresse" spostate alla domenica successiva...) e la Madonna di Fatima. Diamoci sotto quindi, oggi, con la recita del Santo Rosario quotidiano ed il rinnovo della Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria SS.ma; facciamo anche tesoro dell'esortazione di mons: Viganò, aggiungendo alle intenzioni personali, nella recita del Rosario, anche quella da lui consigliataci "possa la Mediatrice di tutte le Grazie, Regina delle Vittorie soccorrerci in questi momenti di apostasia".

    RispondiElimina
  14. Sono daccordo e condivido tutto quello che ho letto perfettamente consapevole che la vera conoscenza ci rende uomini liberi.Il Signore è il mio Pastore non manco di nulla.L'unico mio grande maestro

    RispondiElimina
  15. "Un cittadino europeo può non credere che il cristianesimo sia vero e tuttavia quello che dice e fa scaturisce dalla cultura cristiana di cui è erede. Senza il cristianesimo non ci sarebbe stato neppure un Voltaire o un Nietzsche. Se il cristianesimo se ne va, se ne va anche la nostra cultura, se ne va il nostro stesso volto"

    Buongiorno Don Elia, volevo chiederle un commento su questa frase di T.S.Eliot.

    Cordialmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente l'Europa, senza il cristianesimo, non sarebbe quello che è. Perfino pensatori così aspramente contrari alla fede come Nietzsche e Voltaire ne hanno beneficiato, pur avendo stravolto la giusta interpretazione dell'uomo e della società che viene dal Vangelo.

      Elimina
  16. COPRIFUOCO e DIRITTI UMANI - Diretta del 9 Maggio 2021
    Conduzione : Federica Picchi
    Approfondimento Medico-Socio-Giuridico con

    Dott.ssa Silvana De Mari, medico chirurgo e saggista
    Avv. Francesco Fontana, avvocato del Foro di Milano e fondatore di Iustitia in Veritate
    Prof. Daniele Trabucco, costituzionalista e professore Universitario presso Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale
    https://www.facebook.com/federicapicchiofficial/videos/vb.362494797700891/510124927022545/?type=2&theater

    Ritengo questi tre interventi formidabili ! Ne segnalo l'ascolto al piu' presto al nostro caro Pastore Don Elìa . E naturalmente a voi tutti carissimi amici.
    Ave Maria !

    RispondiElimina
  17. Ecco il mio vaccino P&S. Efficace, senza controindicazioni
    https://www.aldomariavalli.it/2021/05/13/lettera-ecco-il-mio-vaccino-ps-efficace-senza-controindicazioni/

    Ho trovo un bel suggerimento in questa deliziosa lettera . Personalmente sulla porta di casa tengo un piccolo tondo di terracotta invetriata con la Immagine della Santa famiglia . All'inizio della pandemìa ,quando tutti i balconi erano ornati da drappi arcobaleno , io ho abbellito il mio balcone con un bel drappo celestecielo con al centro la bellissima Immagine del Sacro Cuore di Maria .
    Ave Maria !

    https://www.aldomariavalli.it/wp-content/uploads/2021/04/Immagine1.png

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo amico, bravissimo, riscopriamo il drappo di Maria, introdotto dal Conte Vede, Amedeo VI di Savoia, nel XIV secolo. del resto, anche la bandiera d'europa richiama quel drappo, con in più le 12 stelle della visione di San Giovanni evangelista e di Santa Caterina Labouré a Rue du Bac, a Parigi, nel 1830. In Toscana, nei secoli scorsi era d'uso far incidere sul frontale delle case, sia nelle campagne che nelle città, il famoso trigramma d San Bernardino d Siena JHS = Jesus Hominis Salvator; e pensare che san bernardino fu accusato di eresia per aver introdotto tale simbolo, e fu anche perseguito dalla giustizia ecclesiastica...

      Elimina
  18. Dichiarazione di Obiezione di Coscienza alla Sperimentazione Animale in particolare di sottoporsi alla cosiddetta «vaccinazione» anti COVID 19, ovvero di fare da cavia: fac-simile https://gloria.tv/post/4orBMdoJgJrz11Toi7mh3rfgk

    RispondiElimina
  19. Don Vilmar Pavesi
    3 settimane fa
    Consacrazione al Sacro Cuore di Gesù di S. Margherita Maria Alacoque
    Io..., dono e consacro al Cuore adorabile di Gesù la mia persona e la mia vita, le mie azioni, pene e sofferenze per non più servirmi di alcuna parte del mio essere, se non per onorarLo, amarLo e glorificarLo. E' questa la mia irrevocabile volontà: essere tutto Suo e fare ogni cosa per Suo amore, rinunciando a tutto ciò che può dispiacerGli. Ti scelgo, Sacro Cuore di Gesù, come unico oggetto del mio amore, custode della mia vita, pegno della mia salvezza, rimedio della mia fragilità e incostanza, riparatore di tutte le colpe della mia vita e rifugio sicuro nell'ora della mia morte. Sii, o Cuore di bontà e di misericordia, la mia giustificazione presso Dio Padre e allontana da me la Sua giusta indignazione.
    Cuore amoroso di Gesù, pongo in Te la mia fiducia, perchè temo tutto dalla mia malizia e debolezza, ma spero tutto dalla Tua bontà. Distruggi in me quanto può dispiacerTi. Il Tuo puro amore s'imprima profondamente nel mio cuore in modo che non Ti possa più dimenticare o essere separato da Te. Ti chiedo, per la Tua bontà, che il mio nome sia scritto in Te,poiché voglio vivere e morire come Tuo vero devoto. Sacro Cuore di Gesù,confido in Te!
    https://www.youtube.com/watch?v=A9sgL1nuW70&t=124s

    Sacro Cuore di Gesu'guardami,guardami con misericordia .

    RispondiElimina
  20. Buongiorno sono Patrizia...e per caso ( se si può dire..caso) sto leggendo in questo blog....ho senti ti parlare di don ELIA DA FRA PIETRO...E MI SONO SUBITO TROVATA A MIO AGIO...IN TUTTO DALLA FEDE A QUELLO CHE VIVIAMO...COME POSSO PARTECIPARE E SEGUIRE IL BLOG?? MI DEVO ISCRIVERE??? GRAZIE DIO SIA LODATO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non c'è bisogno di iscriversi. Gli articoli escono con cadenza settimanale, ogni sabato.

      Elimina
  21. La mia è solo una idea...don ELIA perché non crea un canale telegram??? Scusi se ho azzardato!!!!

    RispondiElimina