Iam enim securis ad radicem arborum posita est.
(Mt 3, 10)

sabato 12 dicembre 2020

 

Una parola

sulla celebrazione del Natale

 


Disposizioni sulle celebrazioni liturgiche del Santo Natale

A causa dell’emergenza Covid, quest’anno è necessario, in via eccezionale, adattare gli orari delle celebrazioni, che, in ottemperanza alle disposizioni del Governo, devono concludersi in modo da consentire ai fedeli di rientrare in casa entro le ore 22,00. Ogni pastore valuterà le proposte migliori per favorire la partecipazione dei fedeli. Per la celebrazione eucaristica del Natale del Signore, il formulario della Messa vespertina della vigilia si può usare dalle ore 16,30. Il formulario della Messa della notte si può celebrare dalle ore 18,00. Il Santo Padre presiederà la Santa Messa alle ore 19,30; per eventuali trasmissioni on line delle celebrazioni, si eviti la sovrapposizione.

Ufficio Liturgico - Diocesi di Roma

A parte qualche lieve ritocco a livello di grammatica, ortografia e punteggiatura, è qui fedelmente riportato il secco comunicato con cui l’Ufficio Liturgico del Vicariato di Roma ha di fatto ingiunto al clero che ne dipende l’anticipazione della Messa di mezzanotte, della quale, peraltro, il testo non fa menzione. Dato che il Santo Natale, ordinariamente, si celebra il 25 dicembre (a meno di eventuali disposizioni governative), il testo afferma, a rigore, che le Messe di quel giorno devono concludersi in modo tale da consentire ai fedeli di tornare a casa entro le 22. In quale modo? magari saltando la comunione per far prima? Un’interpretazione ad sensum ci fa tuttavia supporre che, in realtà, si intenda dire in orario tale da, cosa che, per le Messe del 25, è comunque del tutto pacifica. Perché il destinatario comprenda il vero intendimento del disposto apparentemente assurdo, il reverendissimo redattore presuppone evidentemente che egli sappia già di che si sta parlando, senza però che l’oggetto del contendere sia nominato. Tralasciando il tormentoso dilemma se si tratti di malafede o di semplice sbadataggine, concentriamoci sulle numerose deficienze e anomalie formali.

Non è chiara, anzitutto, la natura del testo (se sia un provvedimento di tipo legislativo o meramente amministrativo) e, di conseguenza, in virtù di che cosa possa obbligare sul piano canonico. Del resto non si sa nemmeno chi sia il soggetto da cui è emanato, dato che la comunicazione non reca la firma di nessuno, ma è attribuita ad un ufficio di curia, il quale non detiene alcuna giurisdizione, a meno che non sia espressamente delegato dall’Ordinario del luogo (cosa che non risulta da nessuna parte). Inoltre il mezzo scelto per notificarlo agli interessati, la posta elettronica, appare quanto meno improprio, consideratone il carattere privato, mentre una disposizione che pretenda di aver vigenza canonica deve necessariamente esser resa pubblica medianti gli organi a ciò deputati. In ogni caso, anche ammettendo che il dispositivo sia dotato di una qualche forza obbligante, qualora la mail finisca nello spam oppure non sia letta in tempo utile perché il destinatario non ha aperto la propria casella, egli è sollevato da ogni responsabilità in merito.

Neanche quest’ultimo, oltretutto, è indicato in modo univoco dal punto di vista giuridico: chi è ogni pastore? Il parroco? il viceparroco? il cappellano ospedaliero, o quello delle suore o della casa di riposo? Chi ha o non ha l’autorità di stabilire gli orari? e quali sarebbero le proposte migliori per favorire la partecipazione dei fedeli? quelle che eviteranno di far coincidere l’orario della Messa con quello del tradizionale cenone? Esso è d’altronde suggerito, subito dopo, con l’indicazione del limite temporale prima del quale non è consentito usare l’uno o l’altro formulario – quasi si trattasse di burocrazia… Per le massaie che, la vigilia, saranno molto occupate in cucina, la Messa del Santo Natale può dunque essere anticipata, almeno nell’Urbe, fino alle quattro e mezzo del pomeriggio (non prima, però). Le trasmissioni on line, che in tal modo vengono ufficialmente istituzionalizzate, sono permesse, purché non si sovrappongano alla celebrazione dell’augusto pontefice infelicemente regnante. In altre parole: se preferite rimanere al calduccio o avete troppa paura di farvi contagiare in chiesa, state a casa, visto che si può benissimo pregare anche lì.

Al di là di tutto, non possiamo non apprezzare l’altissimo senso pastorale di questi ecclesiastici che, per il nostro bene, vi han lasciati per tre mesi senza Messa e senza Sacramenti, sopprimendo perfino la Pasqua. Nelle quattro scarne righe di un comunicato asciutto e impersonale, dalla curia diocesana della mater et caput omnium ecclesiarum, modello di tutte le altre, ci han fatto sapere, in sostanza, che neanche il Natale è così importante. Ora, che qualcosa sia insinuato in tal senso da un bocia qualunque che non ha alcuna competenza in materia, membro di una banda di criminali che sta portando il Paese alla rovina, ci lascia del tutto indifferenti; ma che sia affermato da curiali (per quanto modernisti) ci spinge al turpiloquio, dal quale tuttavia ci asteniamo perché è peccato – e non val la pena peccare a causa di individui del genere. Il fatto è che l’ufficio in questione ha ricevuto istruzioni da più in alto; è quindi ingiusto sfogare lo sdegno sul suo titolare. C’è da scommettere, anzi, che anche il suo capo, come già avvenuto per la chiusura delle chiese a marzo, abbia preso ordini da oltretevere.

Veniamo adesso al dettaglio più ripugnante, che già in apertura vi assesta un colpo allo stomaco: la motivazione del “provvedimento”. «Quest’anno è necessario, in via eccezionale, adattare gli orari delle celebrazioni»: a parte il fatto che da lungo tempo, per serie ragioni, la Messa di mezzanotte può essere anticipata in ospizi e ospedali, ciò che risulta assolutamente inaccettabile è il fondamento posto alla presunta necessità dell’adattamento. L’eccezionalità della disposizione non risiede tanto nell’anticipazione dell’orario (il quale ha pur sempre il suo significato) quanto nell’essere data in ottemperanza alle disposizioni del Governo… Con tale dettato l’autorità ecclesiastica si sottomette completamente ed esplicitamente allo Stato, in totale spregio della libertas Ecclesiae nonché del Concordato tuttora vigente. L’attuale gerarchia ha dato vita a un monstrum teologico e giuridico che costituisce ormai un precedente cui le istituzioni civili potranno in futuro appellarsi per imporre altre gravi limitazioni nell’esercizio della missione e dei diritti della Chiesa, le cui guide rinunciano da sé a quanto loro compete per diritto divino.

Le disposizioni governative sono peraltro del tutto illegali, in quanto contrarie alla Costituzione e all’ordinamento vigente; perciò diversi gruppi di giuristi e avvocati le hanno impugnate, mentre il T.A.R. del Lazio le ha dichiarate illegittime. Invece questa casta di mercenari e cortigiane che ha preso il potere nella Chiesa si è subito schierata a sostegno di esse, perfino anticipando gli interventi del potere civile. La ragione addotta è in perfetta sintonia con la campagna di terrorismo psicologico con cui, da nove mesi, la popolazione è tenuta in pugno da un governo che nessuno ha votato e che è andato ben oltre le proprie attribuzioni, attuando così un colpo di Stato in piena regola: A causa dell’emergenza Covid… Il motivo per cui la gerarchia cattolica italiana (a differenza di quella di altri Paesi, come la Francia) si è prostrata allo Stato, abdicando alle prerogative inalienabili che le vengono da Gesù Cristo, è una malattia che, affrontata nello stadio iniziale, si cura tranquillamente a casa in via del tutto ordinaria.

Il governo a cui i nostri Pastori si sono piegati è quello che, dallo scorso marzo, persiste nel proibire le cure domiciliari e l’accesso ai farmaci che si sono dimostrati efficaci. Come non ravvisare, in tale assurdo modo di procedere, l’intenzione deliberata di prolungare l’emergenza sanitaria al fine di mantenere il potere scippato da tre sodomiti, con uno squallido gioco di palazzo, a chi lo deteneva legittimamente? Il capo del trio, del resto, è stato formato da una cricca di ecclesiastici sovversivi e anch’essi sodomiti, i cui continuatori stanno consentendo un’infiltrazione sempre più profonda di elementi della massoneria italiana nelle strutture giudiziarie e finanziarie vaticane. L’intreccio è così stretto che l’indipendenza della Santa Sede è decisamente compromessa. Alla luce di tali fatti, dunque, non c’è da meravigliarsi dell’arrendevolezza dell’episcopato. Le rarissime voci dissenzienti sono state messe sull’avviso con la rimozione dell’unico vescovo che, la primavera scorsa, aveva alzato la voce; si tratta peraltro di timide contestazioni fondate su considerazioni di ordine puramente socio-antropologico – perfettamente in linea, quindi, con il nuovo umanesimo della cabala.

Offriamo dunque i disagi spirituali dovuti alle limitazioni natalizie perché il Re divino mandi presto qualcuno a scalzare quella rete di checche criminali. Sono i diretti responsabili o i fiancheggiatori di una strage premeditata e della progressiva distruzione della nostra civiltà. Mentre negli ospedali, in ottemperanza alle disposizioni del Governo, si seleziona chi curare e si lasciano morire i pazienti anziani o compromessi da gravi complicanze perché ricoverati troppo tardi, insieme al rispetto degli obblighi basilari dell’arte medica stanno scomparendo anche le ultime vestigia di umanità, di cultura, di buon senso. Tutto ciò non avviene certo per caso, ma risponde all’attuazione di un programma ben preciso che mira ad una generale reimpostazione economico-sociale, nonché alla creazione di un essere umano ibrido, di un uomo-macchina che sia totalmente controllabile e infallibilmente sottomesso tramite dispositivi di nanotecnologia impiantati nel corpo. È il punto culminante della seduzione satanica che spinge la creatura ad autodivinizzarsi, a trascendersi con le proprie forze. Noi, invece, siamo fin d’ora divinizzati dalla grazia del Dio che si è fatto uomo per renderci simili a Sé.

 

23 commenti:

  1. Almeno il consiglio di stato ha autorizzato l'uso della clorochina, pare. Non ho capito i tre sodomiti ma pare siano di più, almeno nei cinque stalle....comunque io continuo a pregare per le elezioni usa, scandalosamente taroccate. A qualcosa le mie preghiere serviranno, ma non posso non notare che la situazione corre verso la fine. Ieri mi è capitato di leggere qualcosa su council of inclusive capitalism e la pagina del sito ospita un bel gruppo di amministratori delegati di società dei rotschild, rockfeller e compagnia con in mezzo lui. Per me lui non è papa; che è ancora BXVI. Ma comanda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello comanda, materialmente, solo perché ha il sostegno di R.-R. e compagnia.
      I tre sodomiti sono i capi dei due partiti di governo e lo stesso capo del governo; fonte diplomatica sicurissima.
      La situazione corre, sì, ma verso una svolta.

      Elimina
    2. proposito di elezioni USA e media omrrtosi e bugiardi (in primis Avvenire): https://www.marcotosatti.com/2020/12/11/ragazzi-brogli-elettorali-usa-finalmente-scendono-in-campo-gli-stati/
      https://mail.google.com/mail/u/0?ui=2&ik=bf8bb144ea&attid=0.0.1&permmsgid=msg-a:r9101772328647292104&th=176564baa72b7659&view=fimg&sz=s0-l75-ft&attbid=ANGjdJ8PkTd66Gj_ueJQ1J_qi0QqQO0E_WFJAUslUN5gHyHtMeMefNvNkgwQH97GjaZ0o3o_w2GL9OO8B_b0YvQwCB76ObCO57HqXQecgH9Wfe32Wk5wl2c7AxHDo1o&disp=emb&realattid=ii_kilhzl940
      Intensifichiamo il Santo Rosario con richiesta alla Madonna di Guadalupe di salvare Trump, gli USA, l'umanità dalla dittature dei servi di satana che vogliono ridurre in schiavitù l'umanità intera. Dio ci salvi! Dio salvi l'America e il mondo intero dalle grinfie di Satana, dei Dem, dei massoni luciferini !

      Elimina
    3. Il visconte sodomita? Non l'avevo mai sentito😕😕
      E la donzella con cui si accompagna?

      Elimina
    4. Secondo la fonte diplomatica, la donzella è solo di facciata.

      Elimina
    5. Sulle elezioni americane:

      https://www.veritasliberabitvos.it/index.php?paginacentrale=xpagine/news.php&idopere=711

      Elimina
    6. Hanno ancora bisogno di coperture da parte di gentili donzelle quando ormai essere omosessuale sembra un valore aggiunto?

      Elimina
  2. A Natale, andate a trovare i vostri cari. Le eventuali sanzioni sono tutte illegittime: semplicemente fregatevene. Se milioni di italiani faranno una solenne pernacchia a questo Governo di buffoni, crollerà l'intero teatrino. Gli italiani sono un popolo con il senso della famiglia. Spegnete la TV per sempre.

    Giovanni Calisesi

    RispondiElimina
  3. Eccelso articolo. La curva apocalittica è segnata da queste sinistre manovre. Ma tutto è così come devesi; ora le condizioni si apprestano alla Tempesta che deve esporrebbe peggiori volgarità e manovre insane di molti attori, conosciuti e non, dell'élite globalista. The Storm is upon us. Let's kneel for Our Lord.

    RispondiElimina
  4. Avete visto il presepe allestito? Da che parte si contempla?

    RispondiElimina
  5. L'orrido presepio meriterebbe la fine della pachamama

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è escluso che qualcuno provveda.

      Elimina
  6. Quando dal balcone di piazza San Pietro verrà detto "bisogna vaccinarsi, per obbedienza..." sapremo qual'è il marchio...e dov'è il marcio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pochi giorni fa in effetti, Bergoglio lo ha proprio detto!

      Elimina
  7. TeleMaria 234 - Gli studi scientifici sul miracolo del manto della Madonna di Guadalupe.
    https://gloria.tv/post/6aPdSbmyYW6GDy9wpyQ6CYosp

    Carissimo Padre , vorrei regalarmi qualche ottimo libro che mi parli della Madre di Dio , ha dei suggerimenti ? In un precedente articolo ha menzionato San Bonaventura del quale ho un "Tributo quotidiano di preghiere e lodi all'Immacolata Madre di Dio ", attribuite al Serafico Dottore ( Un piccolo salterio Mariano per ogni giorno della settimana). Grazie , Ave Maria !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Lei ha già testi fondamentali come il "Trattato della vera devozione" del Montfort o "Le glorie di Maria" di sant'Alfonso, può acquistare la "Vita di Maria" di padre Roschini (https://edizionipiane.it/prodotto/vita-di-maria/) oppure il libro di monsignor Landucci (https://www.ibs.it/maria-santissima-nel-vangelo-libro-pier-carlo-landucci/e/9788821540554#).

      Elimina
  8. Caro Don Elia, in merito alle disposizioni citate e alla programmazione della Santa Messa in quel di OltreTevere, mi chiedo come non balzi all'occhio quanto essa sia pretestuosa. E' o no il Santo Padre il Capo di uno stato indipendente? Avrebbe tutto il diritto e la possibilità di celebrare a mezzanotte, o in qualunque altro orario, senza il dovere di attenersi a regolamenti imposti da una sovranità straniera. E invece...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Alessandro, non posso fare altro che darti pienamente ragione.

      Elimina
  9. Sì , ho gia' i due testi inizialmente menzionati , mi regalero' con vivo piacere gli altri due . Grazie di cuore , Santa Novena del Natale di Gesu'.
    Ave Maria !

    RispondiElimina
  10. Primo Giorno Novena del Santo Natale secondo tradizione - Vocogno Mercoledì 16 Dicembre
    radicatinellafede
    Per i fedeli che sono impossibilitati a spostarsi per raggiungere la chiesa per la Novena, ecco la possibilità di seguirla in diretta streaming trasmessa ogni giorno dalla Chiesa di S. Caterina V. M. in Vocogno (VB).
    https://www.youtube.com/watch?v=wirQ9aIep9U&feature=youtu.be
    Novena del Santo Natale secondo tradizione a Vocogno in Val Vigezzo (VB).
    Mercoledì 16 Dicembre 2020 0re 20.30

    In comunione di preghiera con tutti voi della Parrocchia virtuale . Ave Maria !

    RispondiElimina
  11. https://www.radicatinellafede.com/
    Novena di Natale con traduzione .pdf
    Regem venturum Dominum, venite adoremus.

    RispondiElimina
  12. Possono, ma non vorrebbero. Vogliono, ma non possono (ancora). L'importante che il Ss.mo Sacrificio sia ridotto in quantità e sminuito in qualità. Ecco la spiegazione di certi comunicati (che non comunicano niente, se non la gran voglia di NON celebrare niente. Il vecchio sogno di satana: disincarnare il Verbo.
    Un saluto da Gotham, il Pinguino.

    RispondiElimina