Iam enim securis ad radicem arborum posita est.
(Mt 3, 10)

Segnalazioni

https://anticattocomunismo.wordpress.com/2018/05/07/il-card-eijk-papa-francesco-non-puo-ammettere-linter-comunione/

http://www.lanuovabq.it/it/linaccettabile-adulterio-sdoganato-dai-vescovi

https://opportuneimportune.blogspot.ch/2018/01/lettera-ad-un-sacerdote-considerazioni.html#more

https://nonvenipacem.com/2017/07/22/faq-did-pope-benedict-reveal-his-intent-to-bifurcate-the-papacy-in-the-actual-declaratio/

https://www.ibs.it/comprendere-medjugorje-visioni-celesti-o-libro-d-anthony-foley/e/9788868795108

6 commenti:

  1. Il giudizio definitivo sulle apparizioni di Medjugorje arriverà, ma intanto, non getterei fango, dove la Gospa appare, anche se può aver portato scompiglio il Maligno. Nel libro "la Vergine Maria e il diavolo negli esorcismi" di Francesco Bamonte, esorcista, a pag. 177-178, si parla di uno stratagemma utilizzato dall'esorcista, per provare, se a Medjugorje, appare la Gospa. Durante un esorcismo, portò con sè, una scaglia di roccia del monte Podbro, dove si dice che appaia la Madonna (gli era stato donato da un amico andato in pellegrinaggio a Medjugorje e nessuno lo sapeva, tranne l'esorcista). "Se quello era un luogo Benedetto, come Lourdes, Fatima, Guadalupe, la reazione di in indemoniato dovrebbe essere la stessa, per una reliquia che viene da Medjugorje, come quelle che vengono da altri Santuari famosi...durante l'esorcismo, mi sono avvicinato a lei e le ho infilato, sotto il pullover, il sacchettino di plastica che conteneva, avvolta nella carta, la scaglia di roccia del monte Podbro...appena toccato il lembo del maglione con il fagottino con la scaglia di roccia, la donna indemoniata ha fatto uno scatto e ha gridato:"tirala via! Mi fa male! Mi brucia! Mi schiaccia, mi schiaccia! Tirala via! Tirala via! Allora il Sacerdote ha chiesto cosa ci fosse in quel sacchettino e a quel punto, il demonio, non potendone più, ha lasciato uscire, con un grido, una parola:"Gospa!".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi fatti non costituiscono prove dell'origine soprannaturale di un fenomeno, la quale va appurata studiando le caratteristiche e il contesto del fenomeno in se stesso. Il libro studia proprio le caratteristiche delle primissime apparizioni, che furono molto strane. Che in seguito l'intensa fede e preghiera di milioni di pellegrini possano aver attirato delle grazie non è da escludere, ma questo non prova a ritroso la bontà del fenomeno, che i successivi vescovi di Mostar e i vescovi di tutta la Jugoslavia (cioè le autorità competenti in materia) non hanno riconosciuto.

      Elimina
  2. Bisognerà appurare, senza ombra di dubbio, che le autorità competenti, in materia di fede, siano molto competenti e non incompetenti. Visto il fumo che si è impregnato nei vertici della Chiesa attuale, divenuti ormai neri come la pece, non possiamo essere certi che le loro valutazioni siano sufficientemente obiettive, perché abili nemici, possono aver seminato tanti travisamenti nei messaggi stessi e nelle testimonianze e non sarebbe la prima volta che accade. Meglio avere uno sguardo più prudente sull'intero svolgimento delle apparizioni, attendendo che si compia la volontà di Dio, quando tutto arriverà a compimento, cioè si realizzino i dieci segreti annunciati. Non dobbiamo prestarci al gioco astuto del nostro infaticabile Nemico, che ci affianca sempre lupi, travestiti da agnelli, abili e sottili conversatori, ma dalla vita agiata e privi di quella profondità ed umiltà di cuore, che ti incantano, così da rovinare, se possibile, anche gli eletti. Per tempi eccezionali, servono anche armi eccezionali, una Fede che sia in grado di superare le barriere di una realtà, fisica e spirituale, che subirà un drastico cambiamento. Chi non possiede o non crede sufficientemente al dono della profezia e ne ostacola l'annuncio, quando invece è dono gratuito di Dio, per aprire le nostre menti e i nostri cuori ad una nuova alba (quella che vedrà un mondo purificato, nel compimento del trionfo del Cuore Immacolato di Maria), come potrà leggere i segni dei tempi e soprattutto prepararsi a viverli, se li ha continuamente ostacolati? I futuri Santi pastori della Chiesa, saranno umili e poveri in spirito, dediti a grandi mortificazioni e sacrifici, senza sapere dove posare il capo e tutti di Dio, perché per comprendere sempre meglio e progredire nella profondità delle scritture, dovranno essere soprattutto dei mistici (come don Bosco, Padre Pio, don Dolindo e tanti santi Fondatori di ordini religiosi) proprio quelli che i fedeli attendono come una pioggia benefica, ma che sono ancora troppo pochi. O siamo incamminati, con zelo ardente e con Maria sulla via della santità o correremo il serio rischio di essere legna secca, siamo giunti al tempo della scelta definitiva: sia questo il nostro unico metro per la scelta di amici e consiglieri fidati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non abbiamo né il compito né l'autorità di giudicare le competenze dei vescovi nel legittimo esercizio del loro ministero. Il fatto che ci siano vescovi che danno scandalo non ci autorizza a sospettare sistematicamente di tutti. Oltre al mancato riconoscimento da parte dell'autorità competente, in questo caso sono le caratteristiche oggettive del fenomeno che fin dall'inizio si sono dimostrate anomale; c'è una convergenza di elementi negativi che porta a escludere un'origine soprannaturale.

      Elimina
    2. Ma infatti i seguaci della Gospa hanno già precisato che non sanno che farsene dell'approvazione della Santa Sede..Questi è il reale frutto di Medjugorje, uno scisma dietro l'angolo. Non dimentichiamo che oltre alla Commissione Ruini anche la CDF ha condotto la propria indagine, i cui risultati sono stati poi avocati "per non metterli all'asta" (?)

      Elimina
  3. Sul blog Vigiliae Alexandrinae http://vigiliaealexandrinae.blogspot.it/
    ci sono i vari resoconti della presentazione del libro di Foley , ignorati dalla grande stampa cattolica

    RispondiElimina