Iam enim securis ad radicem arborum posita est.
(Mt 3, 10)

sabato 22 maggio 2021

 

I nazisti, in confronto,

erano principianti

 

 

Tenebrae factae sunt in universam terram usque in horam nonam. Et obscuratus est sol (Lc 23, 44-45).

Da circa quindici mesi siamo ossessionati da un allarme sanitario creato ad arte e usato dal potere trasversale dell’alta finanza per imporre un’inedita forma di regime totalitario. Questo è tuttavia soltanto l’esempio più lampante di narrazione tossica inventata dall’oligarchia globalista in funzione dei suoi scopi di dominio. La bolla virtuale in cui si è lasciata imprigionare tantissima gente, ormai risucchiata dal televisore e dal cellulare, è satura di dottrine artificiali che pretendono di spiegare in modo esaustivo tutta la realtà (l’uomo, il mondo, la storia), indicando al contempo la direzione da seguire. Dall’evoluzionismo alla gender theory, dall’infallibilità della scienza al mito del progresso, dalla difesa dei diritti umani all’esaltazione della democrazia… tutte queste costruzioni intellettuali han finito col rimpiazzare, nella mente e nella vita delle persone, le evidenze della ragione e le verità della fede, respinte in blocco come espressione di anacronistico oscurantismo.

I signori dei poteri forti sanno bene che l’essere umano ha un bisogno vitale di certezze e di regole, dato che, a differenza di ogni altra creatura visibile, sa di esistere per un fine; di conseguenza sente un’esigenza insopprimibile di individuarlo mediante la conoscenza e di perseguirlo mediante norme morali. Ogni uomo, in parole povere, non può fare a meno di domandarsi perché sta al mondo, dove deve arrivare e come può riuscirvi. Il consumismo materialistico ha sostituito il fine ultimo, cioè la vita eterna, con il godimento e il benessere hic et nunc; ogni attesa per il futuro si restringe a un orizzonte puramente immanente, mentre tutti i timori si concentrano verso la malattia e la morte. In un contesto del genere, la progettualità di gran parte degli individui non va più lontano delle vacanze estive; il problema è dove andare e se sarà permesso. Pur di ottenere lo scopo, val bene obbedire a qualunque imposizione, fosse pure quella di fare da cavia per un preparato sperimentale.

Il rassegnato fatalismo con cui tante persone si sottopongono a un’inoculazione di cui pur conoscono o presagiscono i rischi è completamente irrazionale, a meno che non lo si interpreti alla luce di ciò che precede: di fronte a una minaccia, reale o presunta, che può privarle della libertà o della vita, è per loro preferibile correre un pericolo ancora indefinito e, comunque, apparentemente più lontano nel tempo, purché possano fare adesso ciò che vogliono. Un sistema di false certezze, in vista di un fine immediato, appiattito sul presente, consente di imporre un apparato di regole assurde che in realtà tolgono la libertà e, non di rado, anche la vita. Nella bolla artificiale della pseudocultura dominante è stato iniettato il virus della paura e interi popoli si sono sottomessi, proprio come nel regime nazista. Le uniche differenze sono che, ora, l’esperimento si è esteso su scala mondiale e che gli eredi dei suoi burattinai occulti, nel frattempo, sono andati molto più lontano.

Su tutta la terra, così, s’è fatto buio e il sole s’è oscurato. Sì, non soltanto il potere delle tenebre ha esteso ovunque il suo impero, ma è stata pure eclissata la sorgente della luce. Di fronte all’inaudito attacco alla libertà e alla sicurezza, la voce della gerarchia cattolica sembra, almeno in maggioranza, perfettamente concorde con la narrazione della psicopandemia e col connesso imperativo categorico della “vaccinazione”. Sappiamo bene che ciò è avvenuto unicamente per la permissione divina e che non durerà se non per un tempo limitato: fino all’ora nona. Possiamo però parimenti presumere che la vicenda del Capo debba compiersi anche nel Corpo con un momentaneo suo abbattimento. La compagine ecclesiale, priva di guide autorevoli, rischia lo sfaldamento, per non parlare del rischio di perdizione cui sono esposti tanti suoi membri a causa degli errori diffusi da chi dovrebbe invece insegnare la verità che salva. I pericoli cui sono esposti i fedeli, così, non sono solo quelli del corpo, ma anche e soprattutto quelli dell’anima.

Accade in effetti che prelati totalmente muti sul gravissimo abuso della vaccinazione obbligatoria ritrovino miracolosamente la favella per biasimare cattolici che han doverosamente espresso dissenso riguardo a una legge perversa e liberticida, che andrebbe – dicono – solo corretta e non affossata. Così la gente comune concluderà inevitabilmente che anche la Chiesa è d’accordo con presunti diritti di cosiddetti omosessuali e che gli sparuti contestatori non sono altro che pazzi furiosi. È successa la stessa cosa con la fecondazione artificiale, quando la conferenza episcopale sostenne una proposta legislativa che avrebbe dovuto “limitare i danni”, aprendo di fatto un varco che in pochissimi anni è diventato una voragine. Poiché queste posizioni non corrispondono affatto a quelle della maggior parte dei vescovi, vien da chiedersi da chi siano dettate. Comunque sia, visto che neanche un presule batte un colpo per distanziarsi dalle dichiarazioni del comitato centrale, l’invincibile impressione è che la C.E.I. si sia assimilata all’associazione patriottica cinese.

«Rinunciando a difendere Dio, i nostri Pastori hanno abbandonato gli uomini: tutti gli uomini, non solo i cattolici. Non hanno più nulla da dire all’uomo. Lo stesso discorso vale per tutti i movimenti e le associazioni cattoliche, tutte completamente assenti in questo frangente in cui si sta affermando una nuova dittatura anticristiana, tutte anestetizzate. Se non altro, questo frangente mette a nudo la reale situazione della Chiesa italiana» (Riccardo Cascioli, “La nuova bussola quotidiana”, 17  maggio 2021). Grazie a Dio, ci sono ancora laici lucidi e retti che riconoscono la radice del problema: da diversi decenni, ormai, la gerarchia cattolica non propugna più l’immutabile legge divina, ma basa tutta la morale sulla dignità della persona. In tal modo ha sostituito l’ordine oggettivo stabilito dal Creatore con i diritti soggettivi dell’individuo, lastricando così la strada delle attuali derive. Più passa il tempo, più si manifestano i danni devastanti del personalismo, del quale sono imbevute le teste dei chierici di oggi e, a cascata, dei fedeli.

Anche grandi movimenti e associazioni, che fino a ieri dominavano il panorama ecclesiale, si sono misteriosamente eclissati di fronte alla psicopandemia. Personaggi che, a proposito o a sproposito, erano onnipresenti nel pubblico dibattito han perso anch’essi la parola. Inspiegabilmente, la profezia s’è spenta proprio nel momento di maggior bisogno, abbandonando i proseliti al risucchio nel vortice della propaganda. Nemmeno Joseph Göbbels avrebbe mai sognato un risultato del genere: l’intera intelligencija cattolica al proprio servizio, dai tradizionalisti più tetragoni ai progressisti più spinti, tutti accomunati dalla medesima obbedienza cieca alle istituzioni statali ed ecclesiastiche, sia pure ferocemente criticate, per un verso o per l’altro, fino al giorno prima. Gli unici fuori dal coro, quanti ancora ragionano correttamente in base al senso comune e, se credenti, anche al sensus fidei. Non siamo poi così pochi, in realtà, ma difficilmente la nostra voce riesce a forare la cappa dell’omertà e della censura, che trasforma le invenzioni in verità indiscutibili e, viceversa, i dati oggettivi in fake news da complottisti.

Le varie teorie artificiali che riempiono l’odierno panorama sociopolitico-culturale non sono affatto scollegate, come potrebbe apparire a uno sguardo superficiale: esse convergono tutte nell’instaurare un sistema totalitario di una durezza e pervasività mai viste prima nella storia umana. È certamente necessario tenersi informati e reagire con ogni mezzo lecito, ma innanzitutto rivolgersi a Colui che governa l’universo per chiedergli con assillante insistenza di suscitare i Suoi eletti sia nell’ambito civile che in quello religioso, i quali, con la Sua potenza e per Sua disposizione, sappiano aprire gli occhi alle folle accecate, sventare quest’immane crimine contro l’umanità e sgominare i nemici del bene. Se desideriamo questo unicamente per la Sua gloria, con cuore puro e indiviso, vedremo ancora le meraviglie della Sua misericordia. Se invece persistiamo nel culto dell’uomo e della natura, saremo divorati dal mostro che esso stesso ha generato.


23 commenti:

  1. Carissimo p. Elia, grazie per esserci sempre e dare ossigeno alle nostre anime!!! Prego, prego ogni giorno perché il Signore illumini le coscienze, perché faccia sorgere uno sprazzo di "aurora" in queste (come dice lei) tenebre, buio dove l inferno svuotato si è riversato e agisce sulla terra incarnati in coloro che stanno s terminando l uomo!!! Prego per tutti i Sacerdoti perché si risveglino da questa ipnosi....(gg fa mi ha telefonato il mio ex padre spirituale, un santo Sacerdote, esorcista per diversi anni nella mia parrocchia dove la Misericordia di Dio operava stupende liberazione) e mi ha detto con tanta tristezza che il Superiore l ha obbligato a vaccinarsi e lui ha obbedito!! Per me un dolore immenso, gli ho parlato a lungo ma aggiungeva solo dolore al suo dolore..ora nn mi resta che pregare per lui e aggiungere una sofferenza in più al mio cuore da dare a Gesù!! Caro padre Elia ogni giorno è davvero un piccolo Calvario ma in queste tenebre la Misericordia di Gesù mi dà Luce attraverso di lei, di Mons. Viganò, don Nitoglia e sopratutto la s. Messa!! Le invio un breve video del dtt Montanari dove si parla dei metalli che sono nei vaccini che potrebbero servire x i 5g. Grazie p. Elia Gesù Giuseppe e Maria la custodiscano noi loro Sacri e Casti Cuori!! F.R. https://100giornidaleoni.it/tv/verso-un-pianeta-di-zombi-ospite-lo-scienziato-stefano-montanari/

    RispondiElimina
  2. Si stanno vaccinando più o meno tutti quanti.
    Io non ci penso nemmeno.
    Ad ogni modo, rebus sic stantibus, stanno vincendo loro su tutti i fronti, utilizzando semplicemente la paura. Almeno per adesso.
    Era prevedibile.
    Che fare? Chiedere allo Spirito Santo, per intercessione di Santa Rita, lume e fortezza!
    Direi che di soluzioni umane non ne esistono.

    RispondiElimina
  3. "Virus nequítiæ suæ, támquam flumen immundíssimum, draco maléficus transfúndit in hómines depravátos mente et corrúptos corde..."

    Virus - veleno - serpente... La profezia di Leone XIII è più che mai attuale... Si riferisce all'infiltrazione massonica nella Chiesa, e all'antipapa usurpatore, ma il metodo dei partigiani di satana è sempre quello: diffondere come un'inondazione, il virus, il veleno della corruzione, della Menzogna.

    Caro padre Elia, Gesù lo aveva predetto ai suoi mistici (ad esempio Marie Giulie Jahenny): prima che giunga l'Era di Resurrezione e di Pace, satana regnerà come un sovrano, arrivando a far chiudere le chiese, rovesciare le sacre immagini e cancellare persino il ricordo della Fede (cito la predetta mistica). Ma il suo regno maledetto, continua la rivelazione privata, non durerà a lungo. Dovrà però giungere a questo completo, apparente trionfo: vi arriverà "attraverso degli odiosi modi di agire".
    Direi che ci siamo.

    Però, come lei accenna, il Signore ci manderà i 2 prefiguratori di Elia ed Enoch, il Papa Santo e il Santo Monarca: saranno, come dice Nostra Signora del Buon Successo (mariofania riconosciuta) "il felice inizio della restaurazione".

    Loro inizieranno, con la potenza di Dio, la Controrivoluzione, e il braccio dell'Onnipotente la porterà a termine, coi castighi soprannaturali riservati ai malvagi, dei quali, per ora, si sta servendo come flagello purificatore per le nazioni peccatrici...


    Purtroppo, sempre in sintonia con quanto lei ha scritto, la poca preghiera, la tiepidezza, soprattutto dei chierici, sta ritardando questa riscossa, che deve essere premessa dall'uscita di scena del Vero Papa, dopo un periodo di circa un anno in balía dell'antipapa, o di più antipapi...

    A suor Maria della Natività (vissuta circa 2 secoli fa, se ben ricordo), fu detto da Gesù che la grande Purificazione del mondo sarebbe iniziata o alla fine del 1900 o non più tardi della seconda decade del 2000.

    Ricordo che lo lessi nel 2018, con un certo scetticismo, misto a inquietudine...

    Eppure, sembra che i Castighi siano davvero iniziati entro questo limite.

    Dobbiamo davvero supplicare l'Immacolata che ci ottenga finalmente l'invio del Papa dell'Amore, come lo chiamava don Dolindo Ruotolo.

    Sotto di lui inizierà la Riscossa e i nemici scateneranno Rivoluzioni e Guerra Mondiale.

    Lui investirà il Santo Monarca, rivelerà il vero terzo segreto di Fatima, e, come auspica sua eccellenza Viganò, consacrerà finalmente la Russia, troppo tardi per impedire la strage del clero, ma in tempo per far terminare il maledetto regno di satana, il mistero dell'iniquità...

    Preghiamo fervidamente per questo, e per restare in piedi fino alla fine della Grande Tribolazione in cui, con tutta evidenza, siamo chiamati a vivere.

    Adveniat Regnum Tuum, Domine!
    Adveniat per Maria!

    RispondiElimina
  4. I vaccinisti c.d. "tradizionalisti" stanno tornando alla carica. Qualcuno ha affermato che nessuno ha saputo confutare De Mattei, dimenticando Lei (definito, con dispezzo, "teologante"), don Nitoglia ed altri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché dovremmo confutare de Mattei? Qual è la sua autorità in materia? E' forse un teologo moralista o addirittura un soggetto del Magistero ecclesiastico?

      Elimina
    2. Concordo in pieno con lei, don Elia, riguardo a De Mattei

      Elimina
  5. Grazie Padre, la situazione è drammatica. Una mia amica veterinaria che lavora nella asl, non voleva vaccinarsi ma, essendo nella sanità pubblica, è stata obbligata. Così anche un'altra amica fisioterapista. La gente poi crede sempre meno in Dio. Ho saputo che a Milano, in zona centrale, è stata messa una gigantesca statua di un caprone che, cosa incredibile, può essere interrogata parlando in un microfono posto sotto una coscia del simulacro. Mi hanno spiegato che quello, è un punto della bestia importante, per le streghe, durante i loro rituali. Dubito che l'idolo risponda, ma la gente, impazzita, lo interpella. Chissà se la Chiesa del luogo ha detto qualcosa in merito. Continuiamo a pregare uniti. Grazie ancora per il suo sostegno per noi molto prezioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli operatori sanitari non devono cedere per nessun motivo, ma ricorrere alle vie legali.
      Riguardo a Milano, è evidente che, abbandonando la fede, si perda anche la ragione, consegnandosi così alle forze delle tenebre.

      Elimina
  6. Un seminarista si chiede perché dovrebbe continuare a rimanere in seminario (vedi Messa in latino / One Peter Five), io gli direi di non andarsene. Poiché al di fuori della Chiesa Cattolica non c'è salvezza, il suo lavoro come sacerdote sarà importante per salvare le anime dall'andare ai fuochi dell'inferno.Renderà disponibile il sacramento della confessione per molti in questi tempi della fine.
    Deve sapere che la Chiesa Cattolica è la 'perla preziosa', 'la pietra angolare', 'il tesoro trovato nel campo', è come l'unica Arca di Noè che salva dal diluvio.(CCC 845)
    Per andare in Paradiso non basta essere Cristiani ma bisogna essere Cattolici, in cielo ci sono solo Cattolici e sono lì con la fede e il battesimo d'acqua (Ad Gentes 7, Concilio Vaticano II). C'e buone cose nell altre religioni, ma le religioni non sono vie per la salvezza.Lo Spirito Santo può agire al di fuori della Chiesa Cattolica, ma Dio ha scelto di limitare la salvezza solo alla Chiesa Cattolica, il suo Corpo Mistico.Solo la Chiesa Cattolica ha quella pienezza di salvezza per evitare l'inferno La Lettura del Vangelo di domenica scorsa (Domenica dell'Ascensione) diceva che coloro che non credono, che non sono battezzati con l'acqua nella Chiesa Cattolica, l'unica Chiesa che esisteva al tempo di Gesù - saranno condannati.
    La Bibbia ci dice che tutti devono essere Cattolici con il battesimo dell'acqua e la fede cattolica per evitare di essere condannati per sempre all'Inferno (Giovanni 3: 5, Marco 16:16).
    Quindi come seminarista e poi come sacerdote salverai la tua anima e quella degli altri. Che dono prezioso darai a tanti: la felicità eterna in Cielo.
    Le persone sono bloccate nel fango. Non possono vedere oltre i loro problemi quotidiani, li solleverai rimuovendo la presenza e l'effetto di Satana dentro di loro.Lo farai attraverso i Sacramenti.
    Sarai in grado di offrire la Messa quando vuoi.Uno strumento così potente per neutralizzare lo stress nel mondo.Come sacerdote potrai offrire la Messa in segreto, durante la prossima persecuzione, mentre gli altri dovranno andare in cerca di un prete, in tempi in cui i Cristiani dovranno restare nascosti.
    Ricorda che sei nell'unica Chiesa che può offrire la salvezza alle persone e come sacerdote non sei solo un soldato importante, nella battaglia con le forze di Satana, ma un Comandante delle forze, fisiche e spirituali.Le gente non conoscono questo.Ma il Nemico sì.
    Anche Gesù lo sa e ti loderà nel Giorno del Giudizio per la tua scelta e il tuo servizio. Sarai necessario quando le cose andranno in pezzi intorno a noi .Se Dio vuole che tu sia un sacerdote - sii un sacerdote.Sarai l'Eucaristia per molti di noi.Alla Consacrazione sarai Gesù per noi.Lei porti l'Eucaristia a tutti noi. Non c'è salvezza senza l'Eucaristia (Giovanni 6). In Lui viviamo, ci muoviamo e abbiamo il nostro essere. Gesù è lo stesso ieri, oggi e domani. Gesù non cambia, la Chiesa non cambia nemmeno anche se nei seminari e nelle università insegnate nuove dottrine ed errori teologici. Rimani. Diventa sacerdote. Nonostante.I papi verranno e i papi andranno. Ma la fede non cambia.Rimane.

    RispondiElimina
  7. Caro padre Elia non sono un pessimista ma temo che il peggio debba ancora venire e prego che non peggiori il tutto quando a giugno il papa si recherà ad Astana!!! Che lo Spirito Santo non permetta l unità delle religioni o chissà che altro. Preghiamo, non ci resta che stringerci a Gesù e supplicarLo per il Bene della umanità e della Sua Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana Grazie per il Bene che le sue parole infondono in noi Dio la Benedica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io temo le influenze diaboliche che l'antipapa, partecipando al sabba massonico di astana, scatenerà in giugno... Non a caso scelto, visto che per i satanisti il solstizio d'estate è una sorta di anti-Natale, visto che le ore di luce iniziano a decrescere.

      Supplichiamo il Sacratissimo Cuore di Gesù, che voglia umiliare i Suoi nemici e distruggere i piani degli empi, mitigando e abbreviando questi giorni malvagi.

      Elimina
  8. Buongiorno carissimo don Elia.
    Ho trovato questa proposta sul blog di Marco Tosatti.
    E' bellissima e facile da realizzare. E sicuramente efficace.

    https://www.marcotosatti.com/2021/05/24/sergio-russo-le-mura-di-gerico-crolleranno-ma-noi-dobbiamo-pregare/

    Vittoria.

    RispondiElimina
  9. Buongiorno Don Elia,

    leggo con molto interesse i suoi interventi ma da qualche tempo mi interrogo su una questione.
    Da più di un anno, anche in area Cattolica, non si fa che parlare del covid e del vaccino
    come se il tempo e il mondo si fossero fermati intorno a questi due argomenti. Putroppo constato
    che la dissoluzione avanza velocemente anche in altri campi. Quello che mi preoccupa è l'inarrestabile
    ascesa della teoria del gender e l'affacciarsi sempre più minaccioso della cancel culture.

    Riconosco la gravità degli argomenti che ruotano intorno al discorso dei vaccini ma non trova
    che bisognorebbe andare avanti? O perlomento trattare parallelamente anche altre questioni ugualmente gravi
    e urgenti che ci impatteranno a breve termine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfettamente d'accordo. Rischiamo di farci completamente assorbire da un solo problema e, nel frattempo, lasciamo avanzare la dissoluzione su altri versanti. La ringrazio dell'osservazione.

      Elimina
  10. Buongiorno Don Elia,
    le chiedo se conosce i sacerdoti l'I.M.B.C. che celebrano la S.Messa di S.Pio V e si dichiarano sedevacantisti,vorrei sapere se sono scomunicati.
    Un sacerdote scomunicato o sospeso a divinis può celebrare la S.Messa e impartire i sacramenti?
    La ringrazio
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Istituto mi è noto, ma non conosco di persona i sacerdoti che ne sono membri.
      Non so di preciso in quali sanzioni canoniche siano incorsi. Di sicuro, però, chi rifiuta pubblicamente l'obbedienza al Romano Pontefice si pone in stato di scisma. Pertanto celebra la Messa in modo valido, ma illecito; ai fedeli non è consentito assistervi. I Sacramenti, in linea di massima, sono validi, ma per la Confessione il problema è più complesso, dato che per assolvere validamente occorre averne ricevuta la facoltà dal proprio Ordinario o da quello del luogo in cui si opera stabilmente.

      Elimina
  11. Avrei tante cose da scrivere, troppe. E allora le dico solo grazie. Grazie per la forza che riesce mirabilmente a trasmetterci. Grazie, Don Elia.

    RispondiElimina
  12. Buon pomeriggio don Elia ,grazie ad un canale you tube ho scoperto questa sua pagina .Sapere che vi sono sacerdoti che vedono realmente quel che accade mi da speranza , oramai nelle chiese manca il sax e la batteria le luci psichedeliche poi non manca più nulla per oltraggiare la casa di Dio . Da consacrati che non indossano la talare ,a quelli che prendono l'ostia con la pinza da forno ,a chi ti dice che l inferno non esiste ,omelie che non hanno nulla che parla di Dio della sua grandezza di Gesù e meno che mai di Maria Santissima Nostra Amata Madre.
    A volte sento il bisogno di vomitare (mi passi la semplicità del mio dire ) guardo Gesù e gli chiedo Perché?????? E poi mi rendo conto che l unica via è accettare il volere di Dio . Forse ci toglieranno tutto anche la vita ma che importa il mio sguardo è costantemente al cielo al quale sento di appartenere da sempre
    Un caro saluto la mia stima e il mio rispetto
    Serva inutile di Dio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, La ringrazio per la stima e l'incoraggiamento.
      Cerchi una chiesa dove il Signore sia meno oltraggiato. Se nelle vicinanze viene celebrata la Messa tradizionale, almeno nei giorni festivi, vada lì. E' cosa del tutto legittima cercare di alleviare una prova con i mezzi leciti che la Provvidenza mette a nostra disposizione.

      Elimina

  13. Buongiorno,
    Scusi il disturbo, ma sentivo la necessità di condividere un mio pensiero con qualcuno, e in questo periodo di estrema libertà di parola, lei è stato un riferimento a cui rivolrgersi:

    Titolo: Grazie.

    Grazie perchè con il vostro silenzio assenso avete permesso che questo vaccino diventasse realtà.
    Grazie perchè con la vostra "cieca ubbidienza" avete permesso che centinaia di medici contrari a questi vaccini, tra cui tantissimi luminari di tutto il mondo e premi nobel, venissero declassati, licenziati e derisi pubblicamente.
    Grazie perchè con il vostro "senso del dovere" avete permesso che si creasse un "green pass per la libertà".
    Grazie perchè con il vostro "altruismo" avete semplicemente contribuito alla censura.
    Grazie perchè con i vostri "cosa vuoi mai che accada" aveta fatto si che tutti coloro che sono morti per questi vaccini venissero etichettati come "normali effetti collaterali", per poi essere dimenticati.
    Grazie perchè pronunciando le tristi parole "normali effetti collaterali" avete permesso che più di diecimila morti da vaccino nel mondo venissero fatti morire due volte, per colpa di questo siero e per la vostra insensibilità.
    Grazie perchè avete trasformato la parola "terapia genica sperimentale" in "vaccino", spingendo così tante persone impaurite a farsi inoculare questo veleno.
    Grazie perchè con il vostro desiderio di tornare a mangiare al ristorante e di andare in ferie al mare, avete contribuito a creare un regime sanitario.
    Grazie perchè attraverso la vostra indotta paura avete tentato di togliere la dignità a chi lotta per la verità.
    Grazie perchè con il vostro "senso di responsabilità" avete trasformato in "untori" tutti coloro che sono contrari a questa dittatura sanitaria.
    Grazie perchè con il vostro desiderio di curarvi con un dubbio vaccino, state ostacolando proprio coloro che hanno trovato delle cure, quelle vere.
    Grazie perchè con le vostre lunghissime file davanti ai centri vaccinali, avete contribuito a rafforzare coloro che ci hanno impedito di accedere a cure efficaci e già testate.
    Grazie perchè chiamandomi negazionista mi escludete dalla vostra cerchia di amicizie.
    Grazie perchè additandomi come cospirazionalista mi fate capire da che parte sto.
    Grazie perchè con il vostro SI al vaccino avete contribuito a quella disumana, macabra e diabolica pratica genica su feti nati abortiti e mi avete aperto gli occhi facendomi capire con chi ho a che fare, voi siete e sarete ricordati come COLLABORAZIONALISTI.
    Grazie perchè a voi che avete scelto la religione dell'uomo e del vaccino, io rispondo con tutto il mio cuore, tutta la mia mente e tutta la mia anima, con quella di Gesù Cristo nostro Signore.

    Christian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mia volta: grazie a Lei e... coraggio! Passerà anche questa, come tutte le cose umane, ma non senza la nostra attiva collaborazione con la Provvidenza.

      Elimina