sabato 16 settembre 2017


Dio ci chiama a una nuova crociata



Il Signore non abbandonerà la Sua Chiesa. Gli Apostoli erano dodici e il Signore ricomincerà con pochi. Dobbiamo avere fede, speranza e fortezza (il cardinale Carlo Caffarra in lacrime, pochi giorni prima di morire).

Parlare di situazione drammatica è ormai superfluo: solo chi è ipnotizzato dalla propaganda dorme sonni tranquilli, come se tutto fosse in ordine. L’invasione è sotto gli occhi di tutti: migliaia di giovanotti prestanti, che non hanno affatto l’aria di persone denutrite che scappano dalla fame, continuano a sbarcare ogni giorno sulle nostre coste, prelevati dalla nostra stessa Marina militare a pochi chilometri dalle coste libiche. Il ritiro delle “organizzazioni umanitarie” prezzolate ha inciso solo parzialmente sul flusso di migranti indotti, che poi finiscono o nelle maglie del lavoro nero e della criminalità organizzata o in bivacchi improvvisati sulle piazze italiane, dalle quali spostarsi eventualmente di quando in quando, onde ammazzare la noia, per qualche stupro singolo o di gruppo. È notorio, fra l’altro, che la cosiddetta “accoglienza” sia diventata un business molto redditizio. Gridare indignati al razzismo contro chi denuncia quest’incubo è semplicemente da imbecilli; esortare all’accoglienza incondizionata, invece, è da criminali.

Alla prima categoria appartengono i decerebrati della sinistra, che hanno perso l’uso del raziocinio. Il pensiero marxista si può infatti definire il virus HIV della ragione: esso ne distrugge le difese immunitarie, ossia la capacità di riconoscere e respingere gli errori e le assurdità. Bisogna forse compiangerli? No, perché lasciarsi deformare intellettualmente dal marxismo è una colpa, ancor più grave per chi è stato educato nella religione cattolica. Della seconda categoria fanno parte quei leader che sono stati collocati al loro posto dal governo-ombra che domina il mondo. A Roma ce ne sono due particolarmente loquaci. Uno è una donnetta che, dopo essersi creata un’immagine con il “lavoro” (strapagato) presso un’agenzia delle Nazioni Unite, è stata scelta come terza carica dello Stato e, dall’alto del suo scranno, non perde occasione per sciorinare, con l’aria di chi non capisce bene quel che sta dicendo, la lezioncina che le hanno fatto imparare a memoria. Visto che si cruccia tanto per il deficit demografico del nostro Paese, basterà ricordarle che gli Italiani sarebbero molti di più, se sei milioni di loro non fossero stati sterminati nel grembo materno.

L’altro – ahimé – occupa una posizione moralmente e spiritualmente ben più alta; quel che dice è farina del suo sacco, cosa che – con l’insistenza e il tono colpevolizzante con cui lo dice – gli dà una parvenza di credibilità, già solo per il compito che è ritenuto svolgere. È ormai risaputo, però, che anch’egli ha una mentalità marxista: egli stesso ha candidamente confessato di essersi fatto “iniziare” alla politica (in un’epoca in cui l’unico approccio ammesso era proprio quello marxista) da un’ardente apostola del comunismo, che fu ben felice di passare un mucchio di libri proibiti al giovane provinciale dei Gesuiti. Una conquista non da poco… salvo che leggere quei testi fosse – ed è – peccato grave, a meno che non si sia autorizzati per validi motivi. Il succitato, andato poi in crisi esistenziale (come mai?), pensò bene di affidare la propria anima – a un bravo direttore spirituale? Ma no, son cose da preconcilio! – ad un’abile psicanalista ebrea… Ora, se si tien conto del fatto che la psicanalisi freudiana riconduce tutto al sesso e quella junghiana riduce Dio ad archetipo culturale, sarà subito chiaro che non c’è nulla di meglio per demolire un prete.

Mi correggo: demolire non è il termine più pertinente. In realtà si tratta di destrutturare una mente e ristrutturarla in modo contrario al retto funzionamento della ragione, che riflette l’ordine oggettivo della realtà. Questa perversione dell’intelletto, coniugata alla gnosi marxista, causa una disfunzione mentale umanamente irrimediabile: chi non la pensa come me avrà sempre immancabilmente torto perché è un borghese sessualmente represso; io avrò sempre immancabilmente ragione perché ho coscientizzato i veri meccanismi che muovono gli individui e la società… Per guarire ci vorrebbe un miracolo, ma questo tipo di miracoli richiede il libero assenso della persona (proprio quello che chi è mentalmente deformato non è in grado di dare). Come se non bastasse, un cattolico in queste condizioni rimane completamente privo di difese intellettuali contro il modernismo e non può fare a meno di assimilarlo acriticamente senza filtro alcuno. Tirate le somme e avrete l’identikit di molti preti formatisi in quegli anni, poi divenuti vescovi, cardinali e…

Che il personaggio in questione sia stato piazzato al suo posto dall’élite mondialista è altamente verisimile. Le comunicazioni di John Podesta, braccio destro della Clinton, parlano esplicitamente di un piano per innescare una “primavera” rivoluzionaria anche nella Chiesa Cattolica. C’è poi l’esplicita ammissione del cardinal Daneels (ex-arcivescovo di Bruxelles e protettore di un vescovo accusato di pederastia) circa la cosiddetta mafia di San Gallo, nonché la rivelazione concernente un altro suo membro, il cardinal Murphy O’Connor, e la sua attività di coordinamento dei cardinali del Commonwealth in vista dell’elezione dell’argentino che nel 2005 aveva perso la corsa (1). I cardinali statunitensi, invece, furono convinti dal nunzio Viganò, esiliato dal Vaticano; quelli sudamericani, guidati dal cardinal Hummes, non ne avevano bisogno. Infine fu arruolata la banda di Bertone, a quanto pare con promesse di immunità regolarmente mantenute; i suoi uomini sono in effetti tra i pochi rimasti in sella, per non parlare del famigerato attico da cui nessuno può schiodare il loro promotore…

Si direbbe che gli unici criteri ispiratori, per certi ecclesiastici, siano non certo il bene della Chiesa e tanto meno la fede, quanto piuttosto il denaro e il potere (ed eventualmente qualcos’altro). Peccato che tutte quelle tresche siano proibite, sotto pena di scomunica e con l’effetto dell’invalidità dell’elezione, dalla Costituzione Apostolica Dominici gregis di Giovanni Paolo II. Ma nessuno batte ciglio nella gerarchia; degli unici quattro che hanno aperto becco su un singolo punto, due sono improvvisamente deceduti… Uno dei sopravvissuti ha quasi novant’anni; l’altro hanno tentato di relegarlo in un’isoletta del Pacifico, ma non è stato al gioco: preghiamo per la sua incolumità. Quella gente non scherza: ora che, con la complicità di prelati corrotti nella mente e nei costumi, sono riusciti a piazzare sul Soglio di Pietro un sedicente cattolico che difende con convinzione le loro idee, non tollerano contestazioni. La situazione sembra umanamente senza via d’uscita; ma non tiriamo le somme senza il buon Dio: saremmo simili agli apostati. (continua)

(1) Per la cronaca, Murphy O’Connor era stato denunciato alla Congregazione per la Dottrina della Fede per aver coperto un prete responsabile di abusi; ma, in nome del servizio da lui resogli, l’eletto ha bloccato l’inchiesta telefonando di persona al cardinal Müller mentre diceva Messa e obbligandolo a interromperla.

26 commenti:

  1. Più che una denuncia, è una richiesta di aiuto.
    http://itresentieri.it/puo-sembrare-strano-mma-e-tutto-logico-laici-che-devono-insegnare-la-morale-cattolici-ai-vescovi/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissimo sito "I 3 Sentieri", l'ottimo prof. Corrado Gnerre ha creato un sito per cristiani veri, per cristiani che vogliono restare fedeli al Vangelo.
      Cari amici vi consiglio di visitarlo.

      Elimina
  2. Padre, è da tanto che cerco di iniziare un cammino di conversione ma sono sempre al punto di partenza imprigionato sempre negli stessi gravissimi peccati...mi può indicare lei quale dev'essere il primo passo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo passo è una buona confessione, accompagnata cioè dalla decisione ferma e irremovibile di evitare le occasioni di peccato grave. Poi bisogna impostare una buona vita cristiana: preghiera quotidiana (almeno mattina, sera e a metà giornata), lettura del Vangelo e del Catechismo, esame di coscienza serale e confessione regolare, Messa almeno domenicale, lotta contro i difetti (specie contro la pigrizia e la mollezza come base per combattere gli altri) e pratica delle virtù (anzitutto la carità e quella contraria al proprio vizio principale). Con la volontà sostenuta dalla grazia tutto è possibile. Sarebbe anche bene - se la si trova - avere una valida guida spirituale.

      Elimina
    2. Caro anonimo (08:43) alla risposta del Padre aggiungo il mio incoraggiamento a non indugiare oltre. Gesù ti sta già aspettando con le braccia spalancate. A te spetta il primo passo. Coraggio, vedrai che dopo sarai leggero e con la forza di vincere il male, che ti verrà dalla preghiera e dalla comunione, quando possibile anche durante la settimana. E' quello che ti posso dire per mia esperienza personale.

      Elimina
    3. Grazie per i consigli e l'incoraggiamento. Il Signore vi benedica.

      Elimina
  3. Dio la benedica don Elia. Articolo illuminante dello sfacelo e deriva della gerarchia . La ricordo nelle mie umili preghiere insieme ai sacerdoti perseguitati. Preghi per il mio nucleo familiare nelle difficoltà di questi tempi bui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre un sentito grazie per le preghiere; che il Signore le ricompensi con grandi benedizioni. Anche tutti voi, con le vostre famiglie, siete presenti ogni giorno nelle mie e all'altare.

      Elimina
  4. Nessun timore, sappiamo che prima o poi Qualcuno schiaccerà la testa del serpente infernale, ricacciandolo nella profondità dell'inferno, assieme a tutti i suoi accoliti (non solo demoni, ma molti, moltissimi esseri umani). "Quando tutto sembrerà perduto, allora Io sarò con voi", disse Maria SS.ma a Suor Lucia di Fatima. Recentemente, sempre l'Immacolata, ad Anguera ha detto "chi resterà fedele vedrà cose che mai occhio umano vide". Lasciamogli credere di aver vinto su tutta la linea, a questi modernisti (politici e religiosi), se ne accorgeranno a loro spese a chi spetta l'ultima parola. Viva Cristo Re !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attento caro anonimo i messaggi di Anguera, sono FALSI, lì c'è satana,altro che la Madonna!!!
      Padre Antonio Fortera ,uno dei massimi esperti di satanismo lo ha detto molto chiaramente...
      E' scritto nella Bibbia,:badate che nessuno vi inganni...
      appunto,stiamo attenti a tutti questi sedicenti veggenti: lupi travestiti da agnelli.
      Sia lodato Gesù Cristo.sempre sia lodato.

      Elimina
    2. Ve bene, veri o falsi che siano questi messaggi, ciò non cambierà il finale della storia : sconfitta definitiva di satana e di tutti i suoi scherani, laici o religiosi, che attualmente stanno distruggendo l'umano consorzio, civile, politico, etnico, religioso (quest'ultimo compito è stato assegnato a Bergoglio, scelto dalla commissione esaminatrice dei massoni).

      Elimina
  5. Grazie di cuore don Elia, sacerdoti come Lei sono "merce rara", anzi rarissima, in questi tempi di tenebra. Che il Signore l'accompagni! Preghi anche per me e la mia famiglia, ne abbiamo tanto bisogno... L.J.C. - Augusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi inserisco ben volentieri nelle mie intenzioni e nella Messa quotidiana. Vi benedico.

      Elimina
  6. Già, proprio così: chi ripete la poesiola, chi parla o straparla di suo... Resta il fatto che così hanno deciso e questo ci teniamo. Nella sua inappuntabile disamina, ha dimenticato un nome che ha pesato molto, Hummes... buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver richiamato un nome che mi era sfuggito. Buona domenica!

      Elimina
  7. Per strapparvi un sorriso :
    La solidarietà der Gatto - Trilussa

    Er Cane disse ar Gatto:
    Se famo er patto d'esse solidali
    potremo tené testa a li padroni
    e a tutte l'antre specie d'animali.
    Dice - Ce stai? - Ce sto. -
    Ecco che 'na matina
    er Cane annò in cucina
    e ritornò con un piccione in bocca.
    Me devi da' la parte che me tocca:
    je disse er Gatto - armeno la metà:
    se no, compagno, in che consisterebbe
    la solidarietà?
    E' giusto! - fece quello,
    e je spartì l'ucello.
    Ma in quer momento er coco,
    che s'incajò der gioco,
    acchiappò er Cane e lo coprì de bòtte
    finché nu' lo lasciò coll'ossa rotte.
    Appena vidde quel'acciaccapisto
    er Gatto trovò subbito la porta,
    scappò in soffitta e disse: - Pe' 'sta vorta
    so' solidale, sì, ma nun insisto!

    Buona settimana e Santa Preghiera a tutti !

    RispondiElimina
  8. Grazie Don Elia,
    Lei sì che è fedele alla Parola di Cristo Re!
    Dio, non abbandona il Suo gregge,per questo ci manda santi sacerdoti come Lei.
    Che Dio la benedica
    W Gesù nostro Amore, e Maria nostra Speranza.
    vittoria

    RispondiElimina
  9. 19 Settembre La Chiesa fa memoria
    delle Apparizioni della Madonna a La Salette
    https://oracolocooperatoresveritatis.wordpress.com/2017/09/18/la-salette-il-messaggio-mariano-ignorato/
    Riflessione che ci aiuta a riconoscere le nostre fughe , i nostri tradimenti , che Gesu' porta al posto nostro sulla Croce al Calvario .
    " Madre mia Addolorata , per il merito di quel dolore che sentiste nel vedere il Vostro amato Gesu' condotto alla morte virgola , impetratemi la grazia di portare anch'io con pazienza la grazia di portare quelle croci che Dio mi manda . Beato me , se sapro' accompagnarVi colla mia croce fino alla morte !
    Voi e Gesu', innocenti , avete portata una croce molto pesante ; ed io peccatore , che mi ho meritato l'Inferno , ricusero' la mia ? Ah , Vergine Immacolata , da Voi spero soccorso , per soffrire con pazienza le croci. Amen (S.Alfonso Maria de Liguori)

    RispondiElimina
  10. Riflessioni del "maior domus "della Casa Cattolica :
    UN UOMO DI COSCIENZA E' UNO CHE NON COMPRA MAI, A PREZZO DELLA RINUNCIA ALLA VERITA', L'ANDAR D'ACCORDO, IL BENESSERE, IL SUCCESSO, LA CONSIDERAZIONE SOCIALE E L'APPROVAZIONE DA PARTE DELL'OPINIONE DOMINANTE....
    È utile, a questo punto, gettare uno sguardo alla problematica attuale.
    L’individuo non può pagare il suo avanzamento, il suo benessere, a prezzo di un tradimento della verità riconosciuta. Neppure l’umanità intera può farlo.
    Tocchiamo qui il punto veramente critico della modernità: l’idea di verità è stata nella pratica eliminata e sostituita con quella di progresso. Il progresso stesso "è" la verità. Tuttavia in quest’apparente esaltazione esso diventa privo di direzione e si vanifica da solo. Infatti, se non c’è nessuna direzione, tutto quanto può essere altrettanto bene progresso quanto regresso......
    Quanto è stato detto a proposito del mondo fisico, riflette anche la seconda svolta "copernicana" verificatasi nel nostro atteggiamento fondamentale verso la realtà: la verità come tale, l’assoluto, il vero punto di riferimento del pensiero non è più visibile. Perciò, proprio anche dal punto di vista spirituale, non c’è più un sopra e un sotto. In un mondo senza punti fissi di riferimento non ci sono più direzioni. Ciò cui guardiamo come ad orientamento, non si basa su un criterio vero in se stesso, ma su una nostra decisione, ultimamente su considerazioni di utilità.
    In un simile contesto "relativistico" un’etica teleologica o consequenzialistica diventa ultimamente nichilistica, anche se essa non ne ha la percezione. E quanto in questa concezione della realtà viene chiamato "coscienza", ad una più profonda riflessione, si mostra essere un modo eufemistico per dire che non c’è nessuna coscienza in senso proprio, cioè nessun "con-sapere" con la verità. Ognuno determina da solo i propri criteri e, nell’universale relatività, nessuno può neppure essere d’aiuto ad un altro in questo campo, e meno ancora prescrivergli qualche cosa.
    Joseph Ratzinger - da "L'elogio della coscienza. La Verità interroga il cuore")

    RispondiElimina
  11. Ho visto il Figlio di Dio andarsene ,
    incoronato da una corona di spine .
    "Non era finita Signore ? " dissi io ,
    " e sopportata tutta l'angoscia ? ".
    Egli mi guardo' con occhi meravigliati :
    " Non lo hai ancora inteso ?
    Osserva ! Ogni anima e' il Calvario ,
    e ogni peccato e' una croce " .

    Si tratta della poesia The suffering servant
    composta dal poeta Kennet Henderson

    RispondiElimina
  12. http://www.maurizioblondet.it/la-profanazione-delleucaristia-le-conseguenze-tutta-l-umanita/ buongiorno don Elia,le risulta quanto scritto in questo articolo?CI guidi la prego.

    RispondiElimina
  13. Aspetto anch'io il commento di don Elia su quanto pubblicato nel suo blog da Blondet. L'articolo non è suo peraltro, però è interessante e ben argomentato. D'altronde le cose stanno scivolando inesorabilmente verso una deriva luteran protestante, credo che nessuno abbia un solo dubbio. Il motu proprio Summa familiae cura, che segue la soppressione dell'Istituto per la famiglia Giovanni Paolo II,apre scenari devastanti circa la morale cattolica e la sua dottrina. Ciò che avviene quotidianamente rappresenta lo specchio della devastazione degli ambienti familiari e di questa società. Arriveranno alla profanazione dell'Eucarestia? Qualche dubbio? Non avremo più la Presenza Reale? Chi ne dubita batta un colpo. Il Signore ci abbandonerà al nostro umano destino? Al nostro inferno sulla terra? Non lo so mi sembra solo che tutto già "sta scritto". Cominciamo a radunare il piccolo resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Motu proprio "Magnum principium" non autorizza "Messe ecumeniche" né modificazioni alle parole della Consacrazione eucaristica. Si tratta di una disposizione che lascia alle conferenze episcopali un margine molto più ampio nella traduzione e nell'adattamento dei libri liturgici. E' chiaro che si è aperta la porta a nuove alterazioni dei testi e dei riti, ma - a mio avviso - una modifica diretta delle parole della Consacrazione sarebbe uno strappo troppo evidente e non rientra nella loro tattica, che è quella di cambiare tutto in modo più o meno inavvertito, senza attaccare direttamente il dogma, la liturgia o la morale. Per esempio, Bergoglio ha insistito molto su un'attenuazione della necessità dell'accusa dei peccati nella Confessione, cosa che può rendere nulla l'assoluzione (se l'accusa dei peccati gravi non è abbastanza precisa). Abusi liturgici "ecumenici", anche gravissimi (come quello di Torino), in Germania sono da decenni all'ordine del giorno; più che a imporre un nuovo rito, essi servono a creare una mentalità indifferentista che non colga più la differenza sostanziale tra la Messa celebrata da un sacerdote ordinato e un "servizio" guidato da un pastore protestante, che è semplicemente un laico. Si può peraltro presumere che una mentalità del genere venga diffusa per cancellare, nei fedeli, la consapevolezza del mistero eucaristico e, nei sacerdoti, l'intenzione di fare, nei Sacramenti, ciò che fa la Chiesa, così che i Sacramenti da loro amministrati risultino invalidi.

      Elimina
  14. https://linformatoreweb.wordpress.com/2017/09/16/peru-ecco-la-prima-comunione-della-nuova-chiesa/

    http://www.annalisacolzi.it/incinta-del-figlio/

    http://www.annalisacolzi.it/gravidanza-transessuale/

    Dopo certe notizie mi chiedo cosa deve succedere ancora per toccare il fondo...probabilmente manca la "messa ecumenica" che abolisce il sacrificio quotidiano (pregando non avvenga mai e poi mai) e poi sarà il Castigo.

    Grazie come sempre don Elia.

    Sia lodato Gesù Cristo

    RispondiElimina
  15. Sub Tuum praesidium
    Sub tuum praesidium confugimus, Sancta Dei Genetrix. Nostras deprecationes ne despicias in necessitatibus, sed a periculis cunctis libera nos semper, Virgo gloriosa et benedicta. Amen

    Cosa sono io senza di Te?
    Cosa sono io per me stesso senza Te, se non una guida verso il precipizio? E quando anche sto bene, cosa sono, se non uno che succhia il Tuo latte e si nutre di Te, vivanda incorruttibile? E chi è l'uomo, qualsiasi uomo, come uomo? Ci deridano pure i forti e i potenti; noi, deboli e bisognosi, ci confesseremo a Te. (S.Agostino-Le confessioni 4,1,1)

    Santa Preghiera a tutti per tutti i Sacerdoti !
    Ave Maria !

    RispondiElimina
  16. Ti amo, o Maria Immacolata, vivo Tabernacolo della Sapienza Divina.

    RispondiElimina